fbpx
Love for Bike

Madonna del Ghisallo

… poi DIo creò la bicicletta perchè l’uomo ne facesse strumento di fatica e di esaltazione nell’arduo itinerario della vita.
Su questo colle essa è diventata monumento all’epopea sportiva della nostra gente che sempre è stata aspra nella virtù dolce nel sacrificio.
Madonna del Ghisallo (Como)

Il colle del Ghisallo (Ghisàl in lombardo) è un valico stradale che collega la Valassina con la parte alta del Triangolo Lariano. Il punto di valico, a quota 754 m s.l.m., fa parte del comune di Magreglio. A pochi metri dal valico si trova una piccola chiesa: il santuario della Madonna del Ghisallo.

Il suo nome (secondo un’antica leggenda) deriva da un certo Ghisallo, il quale in epoca medievale in quel luogo fu assalito dai briganti e fece voto alla Madonna di costruire una chiesa in suo onore se fosse scampato.

La salita del Ghisallo (dal versante nord) viene tradizionalmente percorsa dal Giro di Lombardia ed è anche stata più volte inserita nel tracciato del Giro d’Italia.

Per questo motivo la Madonna del Ghisallo è particolarmente venerata dai ciclisti, e su iniziativa dell’allora parroco don Ermelindo Viganò (1906–1985), nel 1949 il papa Pio XII la proclamò patrona universale dei ciclisti.

Si può salire al santuario da due versanti. Quando parlano di “Ghisallo” o “Madonna del Ghisallo” i ciclisti intendono quasi sempre la strada che sale da Bellagio (versante nord), che presenta la salita più impegnativa. […]

Fonte: Wikipedia

33 Condivisioni

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi